Ma Adesso Cambiamo Argomento

e parliamo di...



Sprezzatura

A dire il vero pensavo che Inge Feltrinelli fosse morta molto tempo fa, invece se n’è andata in questi giorni di settembre del 2018. Da oltre quarant’anni era la vedova di Giangiacomo Feltrinelli, il “miliardario comunista” fondatore nel 1954 dell’impero editoriale morto in circostanze tragiche e misteriosissime che furono oggetto di una delle più celebri teorie complottiste italiane. Ma Giangiacomo Feltrinelli è stato soprattutto il primo grande modello italiano di radical chic, anzi, è stato radical chic parecchi anni prima che il concetto stesso di radical chic fosse teorizzato nel famoso articolo di Tom Wolfe del 1970 (dedicato a Leonard Bernstein). Ma gli storici del radicalchicchismo individuano nella parola tutta italiana “sprezzatura” l’antenato più vicino di questo modo di essere: e il migliore esempio di sprezzatura era incarnato proprio da Feltrinelli, il ricco che sprezza la ricchezza.

Alla Feltrinelli erano di casa molti protagonisti della vita culturale europea. C’erano i tedeschi del Gruppo 47 (che avrebbe poi ispirato il nostrano Gruppo 63): Gunter Grass, Friedrich Durenmatt, Uwe Johnson, Ingeborg Bachmann, Hans Magnus Enzesberger. La Feltrinelli aveva subito fatto il botto, grazie al Dottor Zivago e al Gattopardo. A questi si aggiungeranno Garcia Marquez, Vargas Llosa, Karen Blixen, Henry Miller, Doris Lessing. E in seguito anche Marguerite Duras, Isabel Allende, Vazquez Montalban, Amos Oz, Daniel Pennac, Banana Yoshimoto, Tabucchi, Baricco, Michele Serra.

Ma se le espressioni come “radical chic”, “sprezzatura”, “terrazzismo” e altre simili sono recenti, quello del ricco attratto dalla povertà è un fenomeno antico. Meccanismo fondamentale della commedia è quello del ricco che si traveste da povero, o che fa finta di esserlo.

E anche nella commedia Crazy Rich Asians del 2018, il primo film hollywoodiano con un cast prevalentemente asiatico, ritroviamo la stessa dinamica: quando la fidanzata va con il fidanzato a Singapore per conoscere la sua famiglia, scopre che sono schifosamente ricchi. E rimane scioccata, essendo abituata a vedere lui come un ragazzo normale che le scroccava pure la password per usare Netflix.

« »